Connect with us

Animali

5 curiosità divertenti e spassose sui cani

Published

on

la nostra partecipazione sta nel ribadire, come abbiamo fatto la scorsa volta, che è vietato mettersi d'accordo e scambiarsi i voti, ma più di questo non possiamo fare

Curiosità sui cani tutte da leggere e da sorridere

Amante dei cani? Se sei giunto in questo post sicuramente si! Possiedi un bel cagnolone e ami alla follia questo animale domestico, e quindi sei sempre alla ricerca di nuove informazioni. Presto accontentato, ecco servite 5 curiosità divertenti e spassose sui cani! 

I cani non vedono in bianco e nero

cani

Per molto tempo si è creduto che i cani vedessero solo in bianco e nero, invece non è così. I nostri compagni a 4 zampe, proprio come l’uomo, vedono le cose a colori anche se in maniera differente. La differenza consiste nel fatto che l’uomo ha una retina più sviluppata che gli permette di percepire più sfumature cromatiche rispetto ai cani.

Ogni cane ha un muso unico

cani

Proprio come un’opera d’arte, ogni cane ha un muso unico! Hai capito bene, ogni cane ha un muso che è solo suo e che gli permette di essere riconoscibile, un po’ come le impronte digitali per gli umani.

Il muso del cane cambia colore

la nostra partecipazione sta nel ribadire, come abbiamo fatto la scorsa volta, che è vietato mettersi d'accordo e scambiarsi i voti, ma più di questo non possiamo fare

Sapevi che il tartufo dei cani può cambiare colore? Questo può succedere soprattutto per due motivi: o a causa dei cambi climatici, oppure per bruciature.

Il primo a viaggiare nello Spazio

la nostra partecipazione sta nel ribadire, come abbiamo fatto la scorsa volta, che è vietato mettersi d'accordo e scambiarsi i voti, ma più di questo non possiamo fare

Esattamente, il cane è andato nello Spazio prima dell’uomo. Infatti è stato proprio un cane il primo essere vivente a compiere questa grande missione. Si chiamava Laika ed era una cagna russa, abbandonata… è diventata la prima astronauta del mondo! Viaggiò a bordo della navicella spaziale chiamata Sputnik. Che grandi i cani!!

Attenti al cane

la nostra partecipazione sta nel ribadire, come abbiamo fatto la scorsa volta, che è vietato mettersi d'accordo e scambiarsi i voti, ma più di questo non possiamo fare

I famosi cartelli con su scritto “attenti al cane” sono stati inventati dagli antichi romani. Furono i cittadini ad esporli fuori dalla propria porta come se si trattasse di un tappetino