Curiosità

Italia: 4 cose che sono migliorate negli ultimi 10 anni

Published

on

Che dire? Quando si parla di Italia spesso si fa riferimento alla criminalità organizzata e alla poca educazione di alcuni abitanti. Ultimamente si dice anche di un Paese in crisi e in costante recessione, incapace di trovare soluzioni a grandi e piccolo problemi nazionali. Ma è davvero così cupa la situazione che viviamo nel nostro bellissimo Paese? Non lo crediamo e, come sempre, ci piace pensare in positivo e guardare il bicchiere mezzo pieno. Così, Velvet Community ha raccolto per voi 4 informazioni, 4 miglioramenti, 4 cose cambiate in positivo in Italia nell’ultimo decennio.

L’Italia è un paese sempre più verde

Nonostante i recenti scandali, soprattutto di alcune regioni, L’Italia sta diventando un posto sempre più verde ed eco-sostenibile. Tra il 1990 e il 2015 le emissioni dei gas serra sono state ridimensionate del 16,7%, passando da 520 milioni di tonnellate a 433, nonostante l’aumento della popolazione del 7%. Inoltre anche i rifiuti smaltiti nelle discariche sono diminuiti , infatti sono passati da 320 kg a 120 kg per singolo abitante. Contemporaneamente è raddoppiato il consumo energetico da fonti rinnovabili: dal 15% al 30%. Sono o non sono cose belle da raccontare?

Cresce la soddisfazione economica e il reddito degli Italiani

Poco sopra abbiamo accennato di quanto si parli della crisi economica italiana, che di certo è innegabile. La verità è che sembra superata, questo è vero almeno nella percezioni degli abitanti italiani che attualmente risultano essere più soddisfatti della loro situazione economica rispetto al recente passato. Il dato sembra essersi stabilizzato sui livelli pre-crisi del 2007: le persone “soddisfatte” della loro situazione finanziaria si attestano sul 50%. Nel 2013, invece, erano 40 su 100. inoltre, tra le cose belle di cui possiamo darvi notizia, l’Italia appare come un Paese meno diseguale rispetto a 17 anni fa.

L’Italia investe sempre più in ricerca e sviluppo

Esatto, negli ultimi anni in Italia la spesa in sviluppo e ricerca scientifica è aumentata dello 0,25%, passando dall’1,09% all’1,34%. Aumentati sono anche i lavoratori in questa tipologia di settori, circa 4 ogni 1000 abitanti. A crescere sono apure i laureati in materie scientifiche e tecnologiche, da 10 a 13 ogni mille residenti con età compresa tra i 20 e i 29 anni, e l’alfabetizzazione digitale, anche tra le persone più mature. Mica male per un popolo che ama e ha sempre prediletto le discipline umanistiche, vero?!

In Italia cresce il settore del turismo

Nel 2016 si contano in Italia 178.449 esercizi ricettivi con più di 4,9 milioni di posti letto, in crescita rispettivamente del 6,4% e dello 1,3% rispetto al 2015. L’offerta italiana (81,5 posti letto per 1.000 abitanti, settima in graduatoria) si conferma superiore a quella media delle altre nazioni europee e dei principali paesi turistici, come Francia e Spagna. A superarci sono Croazia, Austria e Grecia. Nel complesso degli esercizi ricettivi le presenze sono state 402,9 milioni, il 2,6% in più rispetto al 2015.

Che dire, tutto sommato sembra che la situazione italiana (sotto alcuni aspetti, sia chiaro) stia lievemente risalendo la china, e comunque è sempre bello sottolineare quando le cose migliorano, così come è sempre un bene avere uno sguardo ottimista verso il futuro. E per L’Italia noi speriamo un futuro splendente come il nostro sole. giusto?

I dati pubblicati provengono dalla pubblicazione annuale dell’Istat, “Noi Italia”.

 

Exit mobile version