Quest’anno la notte di San Lorenzo durerà molto di più, infatti oltre a poter ammirare le stelle cadenti il 10 agosto, grazie a speciali condizioni favorevoli, le stelle saranno visibili anche nei giorni seguenti al 10. Ma siamo sicuro di conoscere le Perseidi, comunemente chiamate “stelle cadenti”? Ecco 5 cose da sapere sulla notte di San Lorenzo.

2Perseidi e Notte di San Lorenzo: l’origine dei nomi.

La tradizione associa il fenomeno delle stelle cadenti al martirio di San Lorenzo, che secondo, secondo le fonti, arse sulla graticola nel 258 d.C.. La ricorrenza è fissata il 10 agosto e il il popolare appellativo “lacrime di San Lorenzo” ricorderebbe la grande sofferenza del santo martoriato. Il nome scientifico Perseidi, invece, proviene dalla posizione occupata nel cielo dal radiante, il punto dal quale in prospettiva le meteore sembrano originarsi che sembra proprio dirigersi verso la costellazione di Perseo.