Connect with us

Stile di Vita

20 cose che non dovresti assolutamente tenere in casa

Published

on

Calendario

Ognuno di noi possiede in casa degli oggetti che non utilizza da tempo e non è affatto un bene, per diverse ragioni. La prima è da ricercarsi nella salubrità dell'ambiente in cui viviamo ogni giorno: gli oggetti accumulano polvere e germi. In secondo luogo, facendone una questione quasi prettamente affettiva, conserviamo cose che magari ci ricordano un passato triste, sgradevole che, anche in maniera inconscia, influisce sull'umore. Infine, sappiate che per il feng shui, l'arte geometrica taoista, conservare oggetti o adornare la nostra abitazione con piante inanimate ostacola il passaggio di vibrazioni positive, pertanto la casa subisce influenze negative che si ripercorrono sulle nostre azioni quotidiane e sul nostro umore. Ecco dunque che per evitare tutto questo abbiamo realizzato un elenco di cose che proprio non dovreste tenere in casa.

COSMETICI SCADUTI: UN COVO DI GERMI E INFEZIONI

Ebbene sì, anche i cosmetici hanno una data di scadenza. Chi è del settore o chi semplicemente coltiva una passione per il make up sarà molto attenta alla qualità dei trucchi che utilizza. Viceversa, chi non ha una forte attitudine e utilizza poco frequentemente i cosmetici si ritrova a fare uso di materiali che possono generare infezioni e accumulano centinaia di germi. Dunque, anche se pigramente pensate di non doverlo fare, analizzate costantemente il beauty case: fatelo sia per voi stesse, sia per l'ambiente. A proposito di ambiente, sapete come si smaltiscono i cosmetici? Partiamo dal presupposto che non vanno mai e poi smaltiti nel lavandino o nel water, questo è da tenere a mente prima di iniziare qualsiasi tipo di operazione. In secondo luogo, vi invitiamo a leggere le informazioni contenute sui flaconi, ma tendenzialmente che siano liquidi o in polvere la maggior parte dei cosmetici non sono riciclabili, dunque vanno gettati nell'indifferenziata.

ORSACCHIOTTI DI PELUCHE: UNA MINACCIA PER IL CUORE, FONTE DI POLVERE E GERMI

Qui ci rivolgiamo soprattutto agli "accumulatori seriali": sappiate che conservare in casa peluche che non vengono spolverati con costanza può essere molto dannoso. I famigerati Teddy bear accumulano importanti quantità di polvere e germi, dunque soprattutto in presenza di bambini o soggetti allergici sarebbe preferibile eliminarli. Sussiste anche un'altra ragione per cui sarebbe decisamente importante gettare via gli orsetti di peluche: spesso sono legati a dei ricordi, anche molto dolorosi. Magari pensiamo che sia giusto tenerli per non offendere la memoria di chi ce li ha regalati, ma la nostra casa, quello che per consuetudine si dice essere il posto più sicuro sulla terra, dovrebbe evocare solo sensazioni positive. La nostalgia va bene, purché dispensi sorrisi; quella che va evitata è la tristezza. Se l'orsetto è legato alla vostra infanzia e guardarlo vi rende felici allora tenetelo con voi, ma se chi vi ha regalato il peluche vi ha anche spezzato il cuore, dovete allontanarne il ricordo. Non potrà farvi che bene!

FIORI FINTI: IL FENG SHUI DICE "ASSOLUTAMENTE NO!"

Chi non possiede il pollice verde storcerà il naso, ma i fiori artificiali sono una vera e propria minaccia per la casa, o almeno questo è quello che sostiene il feng shui. Certo, i fiori finti sono gestibili, non sfioriscono, non emanano cattivi odori e non richiedono una cura costante. Tuttavia, l'arte geometrica taoista insegna che proprio perché inanimati i fiori artificiali non sono in grado far fluire l'energia positiva, anzi, trattengono quella negativa. Potrà sembrare poco razionale, ma anche la casa necessita di good vibes e a quanto pare le piante sintetiche contribuiscono negativamente al passaggio delle energie favorevoli, quelle che regolano l'armonia di chi abita gli ambienti. Dunque non lasciatevi affascinare dalla praticità del fiore sempre verde, anzi impegnatevi perché le buone energie scorrano senza intoppi e proteggano la vostra casa.

MAI CONSERVARE TAZZE E STOVIGLIE ROTTE PER DUE RAGIONI + UNA

Che siate superstiziosi o meno, le stoviglie scheggiate o rotte non vanno né riparate, né conservate nei cassetti e vi spieghiamo perché. Le ragioni principali sono due: la prima è prettamente igienica, la seconda è meno pragmatica. Quanto al primo motivo dobbiamo sottolineare quanto sia davvero poco igienico utilizzare delle tazze e delle stoviglie tenute insieme dalla colla, per quanto pensiamo che la cosa non possa sortire effetti, in realtà è proprio così e gli effetti, di cui sopra, spesso si configurano in: contaminazioni, intossicazioni e infezioni. Nel secondo caso, invece, dobbiamo nuovamente chiamare in causa il feng shui: un oggetto non più integro favorisce il passaggio di energie negative, pertanto andrebbe smaltito e anche in tempi celeri. C'è in realtà un terzo motivo per cui non bisogna tenere in casa stoviglie e tazze rotte e ce lo fornisce il bon ton. Servire la cena a degli ospiti utilizzando un servizio scheggiato è quanto di più kitsch si possa fare: dunque, sconsigliatissimo.

PROFUMATORE PER AMBIENTI: UN VERO PERICOLO PER LA CASA

I profumatori per ambiente possiedono tante ottime qualità: rendono piacevole la permanenza in casa, restituiscono l'idea che gli ambienti siano sempre puliti e dopo aver cucinato rendono più semplice coprire gli odori troppo forti, che magari saturano l'aria e fanno sì che diventi irrespirabile - provate a pensare all'odore del salmone in padella!. Tuttavia, i profumatori non sono alleati della nostra salute. Che siano vaporizzatori o spray, contengono alcuni materiali che rendono l'aria pregna di sostanze nocive, tra cui: composti organici volatici, che possiamo sintetizzare con OV, Acetaldeide, polveri sottili - che già inaliamo ampiamente quando siamo fuori casa - e benzene. Sostanze che portare a difficoltà respiratorie e cardiache. Suggeriamo quindi di rinunciarvi e se proprio non potete, alternate periodi in cui utilizzate profumatori sintetici a periodi in cui vi servite di profumatori naturali, ve ne suggeriamo alcuni: lavanda, essenze di agrumi, bacche di vaniglia e pot pourri floreali.

LE ZANZARIERE: CHE RISCHIO!

La zanzariera è quello strumento che ci permette di difendere la casa da zanzare, mosche, moscerini e insetti più pericolosi come le api o le vespe. Non occupa spazio, né è di intralcio alle quotidiane azioni di pulizia. Quindi perché dovremmo rinunciarvi? In primo luogo, perché è vero che impedisce l'ingresso agli insetti, ma è anche vero che accumulano polvere. In più, spesso sviluppano ruggine e diventano antiestetiche. Pertanto sarebbe importante limitare la loro permanenza al periodo estivo, dopodiché andrebbero smontate e riposte in cantina o in un armadio. Non è certo praticissimo, ma la salute e l'aspetto della casa ne gioverebbero.

REGALI NON DESIDERATI? MEGLIO GETTARLI VIA

Anche in questo caso interpelliamo il feng shui. Gli oggetti che ci vengono regalati non sempre incontrano il nostro gusto, se poi ci sono stati donati da persone con cui non abbiamo particolare affinità tendiamo a guardarli con sdegno. Tuttavia, per convenzione, si dice che un oggetto regalato non va né smaltito, né regalato a terzi, dunque tendiamo a tenerli in casa. Badate bene però: sono portatori di energie maligne e negative. Quando li osserviamo, non ci restituiscono gioia, anzi! Dunque se volete evitare che in casa si avvertano vibrazioni negative, sarebbe bene non rispettare l'etichetta e liberarsi di ciò che proprio non ci piace. Dall'altra parte parliamo di oggetti, cose che accidentalmente possono rompersi...

SPECCHI ROTTI: CHE CATASTROFE! E NON PER I SETTE ANNI DI SCIAGURA...

Almeno una volta nella vita qualcuno vi avrà detto che se uno specchio si rompe vi aspettano sette anni di disgrazie. Nel specifico, però, non vogliamo affidarci allo scaramanzia, ma vogliamo farne una questione prettamente pratica; dunque questo paragrafo è dedicato anche a chi è sprezzante nei confronti delle credenze popolari. Gli specchi sono oggetti pericolosi: se crepati o tagliati di netto possono ferire, le schegge di vetro possono bucare la pelle e la cosa potrebbe avere conseguenze anche insidiose. C'è poi da considerare la questione estetica: se uno specchio è macchiato o rotto non è propriamente gradevole da guardare, in più può distorcere l'immagine riflessa e perde la propria utilità. Dunque se non avete intenzione di gettarlo via, intervenite personalizzandolo: restituitegli nuova vita.

QUADRI ALLE PARETI

Non che non si possano adornare le pareti di casa con dei quadri, sia chiaro. Semplicemente, bisogna rendersi conto che il troppo storpia e che proprio non se ne dovrebbe abusare, fino a rischiare di rendere la propria abitazione un mausoleo degli orrori. Certo bisogna essere dotati di buon gusto e magari il consiglio di un occhio esperto non guasterebbe, ma non arredate con dei quadri solo perché ne siete in possesso e non sapete cosa farne: è l'errore più grave che si possa commettere. Dunque, anche se a malincuore, date via, regalate o vendete i quadri che non rispecchiano il vostro stile e quello della vostra casa. Non è sempre semplice, magari talvolta siamo sentimentalmente legati a degli oggetti, ma l'armonia cromatica e di design della casa viene prima di tutto.

MAI TENERE OROLOGI FERMI IN CASA

Perché dovremmo assolutamente evitare di tenere gli orologi fermi in casa? Ce lo spiega il feng shui. A quanto pare, se le lancette si fermano, potrebbero accadere cose orribili, dunque è di cattivo auspicio. Che si tratti di una radiosveglia o di un vecchio pendolo nessun orologio dovrebbe mai segnare la stessa ora per un tempo indefinito: è come se si restasse intrappolati e non si andasse avanti, quindi la cosa potrebbe avere conseguenze su tutte le attività che compiono le persone che vivono la casa. Si potrebbero avere problemi sul lavoro, o si potrebbe andare in contro a problemi di salute. Assicuratevi perciò che tutti gli orologi della vostra abitazione funzionino correttamente, altrimenti si potrebbero verificare ripercussioni anche gravi.

I CACTUS

I cactus e in generale le piante grasse sono semplici da gestire, richiedono una manutenzione minima, per tanto spesso vengono preferite ai fiori o alle piante che reclamano maggiori attenzioni. Tuttavia, sappiate che non sono buone alleate dell'energia positiva; chiamando in causa nuovamente il feng shui dobbiamo sottolineare che a causa degli aculei di cui sono dotate tutte le piante grasse, le buone vibrazioni vengono ostacolate. Dunque in casa si potrebbe respirare un clima non propriamente sereno; tensioni e nervi tesi che portano a discussioni e incomprensioni anche gravi. Se volete quindi evitare che in casa aleggi un clima teso, preferite le peonie ai cactus.

PIANTE MORTE

Restando in tema piante e fiori, sappiate che sarebbe importante anche non avere mai in casa delle piante secche o, nei casi irrecuperabili, morte. Oltre a essere indicative di una scarsa cura della propria abitazione, in qualche modo agiscono anche sull'umore della famiglia. Non bisogna essere degli esperti per comprendere che un fiore appassito porta a riflessioni lugubri, tristi. Mentre, viceversa, una bella pianta viva e colorata rigenera l'ambiente ed emana vibrazioni più che positive. Non lasciatevi prendere dalla pigrizia e prestate attenzione alla vegetazione di casa. Inoltre, dedicarsi alla cura delle piante agisce anche sul sistema nervoso: non solo ci fa sentire utili e capaci, ma ci impegna e insegna molto più di quanto pensiate. Dunque ha anche uno scopo didattico.

CALENDARIO VECCHIO

Sappiamo tutti che il tempo non si può fermare, almeno per il momento; per adesso, quello di cristallizzare il tempo è un concetto fantascientifico, che non ha fondamenta realistiche. Ecco perché gli esperti di bon ton e il feng shui sconsigliano vivamente di tenere in casa dei calendari degli anni passati. Anche se sembrano oggetti desueti a cui non prestiamo attenzione, la loro presenza in casa ostacola lo scorrere sereno del tempo. Alcuni sostengono che influisca anche sulla prosperità della famiglia; altri invece caldeggiano che la presenza di calendari del passato possa accorciare la vita a chi abita la casa in cui si trovano. Che siate scettici o meno, forse bisognerebbe non rischiare...

GIOCATTOLI INUTILIZZATI

Esistono due tipi di persone: chi conserva con affetto i proprio giocattoli o quelli dei figli per ricordare i bei momenti dell'infanzia e chi invece getta via tutto per fare spazio e slegarsi dal passato. Non stiamo qui a determinare chi abbia ragione o torto, tuttavia bisogna specificare che gli oggetti accumulati e poi riposti negli armadi diventano fonte inesauribile di polvere e germi, quindi sarebbe giusto scegliere con cura cosa conservare e cosa no. Consigliamo dunque non di gettare via tutto e liberarsi totalmente dei giochi del passato, i ricordi hanno un valore, talvolta inestimabile; sosteniamo però che sia importante fare una cernita per non ritrovarsi, dopo anni, a dover fare i conti con sorprese niente affatto simpatiche. Siate lungimiranti: tenete per voi i giochi importanti e quelli che in futuro potranno valere molto, il resto via, nel cassonetto!

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21