Connect with us

Stile di Vita

Prezzi e qualità: come scegliere capi di moda senza spendere una fortuna

Published

on

Moda accessibile

Essere alla moda, in un ambiente in continua evoluzione, può essere accessibile a tutti, mantenendo alcuni accorgimenti. Nel mondo sempre più veloce dell'industria dell'abbigliamento, infatti, trovare capi di qualità a prezzi ragionevoli può sembrare una sfida già persa in partenza. I prezzi spesso proibitivi dei grandi marchi, infatti, non permettono a molte persone di potersi avvicinare, neanche in occasione dei saldi. Dinanzi a una vasta gamma di opzioni disponibili, da marchi di lusso a fast fashion, può essere difficile discernere dove vale la pena investire. E, qualora si riuscisse a capire dove investire le proprie risorse, ci si potrebbe trovare a costi esorbitanti, spesso inaccessibili anche in occasione dei saldi stagionali. Ma come ovviare al problema? Questo articolo potrà servire come guida, attraverso strategie per scegliere pezzi alla moda senza sacrificare né la qualità né il portafoglio di ciascuno.

Comprendere il Rapporto Qualità-Prezzo

Moda accessibile: rapporto qualità prezzo
Valutare il rapporto qualità prezzo per rendere la moda più accessibile (Credits: Pixabay) - Community VelvetMag

Prima di tutto, è importante capire cosa significa "qualità" in termini di abbigliamento e perché può valere la pena pagare un po' di più per certi capi. Non sempre, infatti, una determinata firma può servire come marchio di garanzia di un determinato prodotto. Occorre, dunque, concentrare la propria attenzione su altri fattori, studiando al tatto il capo in questione. In tal senso, bisognerà tenere in considerazione i tessuti, la costruzione e la durata, che influenzano la qualità degli abbigliamenti e capire come riconoscere questi elementi durante lo shopping. Innanzitutto, occorrerà passare a un esame visivo, analizzando l'etichetta, sulla quale sarà recato il tipo di tessuto, con la sua composizione, e il tipo di lavaggio consigliato.

OEKO TEX: un marchio di qualità

Inoltre, se quest'ultima reca come scritta OEKO TEX (Fiducia nel Tessile), funge come marchio di garanzia del fatto che il capo non sia nocivo. Un altro modo per capire se un capo sia di qualità può passare anche attraverso l'analisi delle cuciture: se saltano o presentano dei buchi, si tratta di un capo realizzato con poca cura e approssimazione. Infine, anche l'analisi del coloro e/o di eventuali fantasie (righe o pois) può rivelarsi essenziale: osservare la corrispondenza tra i motivi a fantasia e capirne la regolarità può darci un'idea della qualità dell'abbigliamento in questione. I capi low cost saranno perciò meno precisi, in tal senso. Tuttavia, bisogna precisare che questa considerazione prescinde dall'appartenenza o meno a un marchio griffato: per questo, a parità di condizioni, sarà preferibile un capo non firmato, ma che comunque presenta tali garanzie di qualità e durevolezza.

Strategie per Shopping Intelligente

Moda accessibile: shopping intelligente
Attuare strategie di shopping intelligente per rendere la moda il più accessibile possibile (Credits: Pixabay) - Community VelvetMag

Imparare a fare acquisti in modo strategico può fare una grande differenza. Questo capitolo tratterà metodi per trovare offerte, come acquistare fuori stagione, sfruttare saldi e promozioni, e utilizzare app e siti web per comparare prezzi e ottenere sconti. I saldi stagionali sono un'ottima occasione per chiunque di rinnovare il proprio guardaroba, avvicinandosi anche ai grandi marchi con minor "terrore". Sia i saldi estivi che post-natalizi - o anche occasioni specifiche come il ben noto Black Friday - sono dunque delle occasioni da non lasciarsi scappare. Anche l'utilizzo di determinate applicazioni o la compravendita su determinati siti, creati ad hoc, può fungere come ottimo modo per rinnovare il proprio armadio, all'insegna della moda e della qualità.

I Vantaggi dell'Acquisto di Seconda Mano

Moda accessibile: capi di seconda mano
Optare per capi vintage e di seconda mano per rendere la moda il più accessibile possibile (Credits: Pixabay) - Community VelvetMag

L'acquisto di abbigliamento di seconda mano non solo è economico, ma è anche un modo sostenibile per aggiungere pezzi unici al proprio guardaroba. Seguendo alcuni accorgimenti, infatti, sarà possibile trovare tesori nascosti nei negozi dell'usato, mercatini vintage e piattaforme online. Ogni qualvolta si parla di acquisti di seconda mano, c'è sempre qualcuno che guarda con occhio sospetto a tale pratica: in alcune persone, infatti, è insita l'idea di doversi "accontentare degli scarti" altrui. Ebbene, questo è un modo di pensare che ormai appartiene al passato, come dimostra la presenza, ormai diffusa, di siti pensati appositamente per incentivare la compravendita di capi (ma anche altri articoli) di seconda mano.

I circuiti di moda second hand più noti

Tra i più noti spiccano Marketplace, Wallapop e soprattutto Vinted, per quanto concerne principalmente il vestiario e gli accessori. La modalità di questo genere di piattaforme è semplice: dopo essersi iscritti, si potrà iniziare la propria ricerca attraverso l'apposita barra con una parola chiave. Si potranno poi filtrare i risultati eventualmente per categoria, taglia, materiale, colore, brand, prezzo e condizioni.

Investire in Pezzi Versatili e Senza Tempo

Moda accessibile: capi versatili
Optare per capi da reimpiegare in diverse occasioni per rendere la moda il più accessibile possibile (Credits: Pixabay) - Community VelvetMag

Capita non di rado di acquistare un capo, presi dall'euforia del momento, che finisce per rimanere inutilizzato, all'interno del proprio guardaroba o, nella migliore delle ipotesi, utilizzato limitatamente in alcune occasioni. Occorre dunque tenere a mente che, per fare in modo di rendere la moda il più accessibile possibile a tutti, bisognerà limitare il proprio shopping verso alcuni articoli di buona qualità e opportunamente selezionati, secondo il criterio della versatilità. Concentrarsi sull'acquisto di capi versatili e senza tempo piuttosto che su tendenze passeggere è una strategia chiave per massimizzare il proprio budget. È importante, difatti, costruire un guardaroba capsula con pezzi che si possono facilmente abbinare e che non passano mai di moda. Una camicia bianca, un blazer, un trench classico ma aggiornato, ad esempio, sono capi eterni che, grazie ai giusti accessori, possono risultare più attuali e moderni che mai.

Manutenzione e Cura dei Capi

Moda accessibile: cura dei capi
Mantenere con cura i propri capi per rendere la moda più accessibile a tutti (Credits. Pixabay) - Community VelvetMag

La cura e il rispetto passano necessariamente anche attraverso i propri vestiti, soprattutto se si tratta di abiti che siamo soliti utilizzare. Prendersi cura dei propri vestiti è difatti essenziale per farli durare più a lungo. Occorrerà seguire dei suggerimenti pratici su come mantenere i capi in buone condizioni, dalla pulizia alla riparazione, per preservare la loro qualità nel tempo. Innanzitutto, ciascun abito - e accessorio - ha al suo interno un'etichetta che fornisce indicazioni circa il tessuto e il tipo di lavaggio consigliato per quell'articolo: per cui, già attenersi alle istruzioni riportate costituisce un buon modo per trattare con rispetto i propri capi.

Le macchie di cibo fanno paura

Può anche capitare l'inconveniente improvviso, come la proverbiale macchia di cibo: l'intervento tempestivo scongiurerà la presenza di aloni e, di conseguenza, permetterà al capo di non accusare in maniera eccessiva il colpo. Per quanto riguarda la fase dello stiraggio, invece, si consiglia a livello generale di stirare ogni capo al rovescio. In caso di capi costituiti da tessuti particolarmente delicati, come la seta, sarà consigliabile tenere un panno di cotone tra il ferro da stiro e il tessuto.

Conclusioni

Scegliere abiti di moda di qualità senza spendere una fortuna è possibile con le giuste conoscenze e strategie. Essere consumatori informati e attenti può aiutare ciascuno di noi a costruire un guardaroba elegante e sostenibile, mantenendo il controllo sul proprio budget. Ormai, soprattutto a partire dagli ultimi decenni, l'industria della moda è diventata progressivamente alla portata di tutti: grazie anche alla nascita di siti ad hoc, come si è visto, chiunque può avere uno o più capi firmati nel proprio guardaroba. Occorre però tenere sempre a mente che non si tratta di quantità, bensì di qualità: sarà consigliabile possedere pochi capi, purché versatili ed eterni, da reimpiegare in diverse occasioni, con accessori adatti, per avere un look di tendenza. Insomma, ad oggi essere alla moda non è più solo un lusso di pochi ma una realtà aperta a tutti, grazie a pochi e semplici accorgimenti.

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10