Connect with us

Stile di Vita

Moda da ufficio: trovare il giusto equilibrio tra professionale e trendy

Published

on

Moda ufficio

Anche in ufficio è possibile sfoggiare uno stile alla moda, seguendo pochi e semplici accorgimenti: ecco quali sono. Nel mondo del lavoro, infatti, l'abbigliamento gioca un ruolo cruciale nel trasmettere professionalità e competenza, ma ciò non significa necessariamente dover rinunciare alla propria personalità o al senso della moda. Avere sicurezza e comunicare un senso di comfort, infatti, sono tra gli ingredienti fondamentali per creare un ambiente di lavoro sereno, mettendo a proprio agio i colleghi. E sì, tutto ciò passa anche attraverso l'immagine che si trasmette agli altri, che deve essere il più possibile veritiera e sincera, rispecchiando appieno la propria personalità, grazie a uno stile che sia conforme alla propria indole, ma adatto all'ambiente lavorativo. Trovare il giusto equilibrio tra professionale e trendy nell'abbigliamento da ufficio può, dunque, sembrare una sfida, ma è assolutamente possibile con alcuni consigli pratici e considerazioni. Ecco in che modo.

1. Conoscere il proprio ambiente di lavoro

Moda in ufficio: conoscere l'ambiente
Come essere alla moda in ufficio: conoscere il proprio ambiente di lavoro (Credit: Pixabay) - Community VelvetMag

Il primo passo per calibrare il proprio abbigliamento da ufficio è comprendere l'ambiente di lavoro e la cultura aziendale. Gli uffici possono variare da estremamente formali, dove il classico abito sartoriale è la norma, a ambienti più casual e creativi, che permettono una maggiore libertà espressiva. Prima di osare con una mise che potrebbe essere ritenuta eccessiva, dunque, sarà necessario intuire il contesto di riferimento, anche in base all'abbigliamento sfoggiato dagli altri. Occorrerà dunque osservare non solo le politiche ufficiali dell'azienda sull'abbigliamento, ma anche lo stile non detto dei propri colleghi e superiori. Solo dopo essersi resi conto di aver compreso appieno lo spirito e le politiche aziendali, si potrà iniziare a sperimentare, arricchendo la propria mise prima con accessori e magari "rischiando" con alcuni capi ad hoc.

2. Puntare su pezzi versatili

Moda ufficio: capi versatili
Indossare capi versatili per essere alla moda in ufficio (Credits: Pixabay) - Community VelvetMag

Investire in pezzi di base di alta qualità che si possono facilmente abbinare è fondamentale. Un blazer ben tagliato, pantaloni sartoriali, gonne a matita e camicie di buona fattura sono capi essenziali che possono essere mixati e abbinati per creare outfit che si adattano sia a riunioni importanti sia a giornate lavorative standard. Questi abiti possono essere poi personalizzati con accessori o pezzi più trendy per aggiungere un tocco di personalità. Sebbene sia fondamentale avere un ambiente consono e conforme al proprio posto di lavoro, è altresì vero che non bisogna mettere a tacere la propria identità. L'utilizzo di capi versatili, adatti a più occasioni, dunque, sembra il punto di incontro tra queste due dimensioni apparentemente distinte, quella personale e quella lavorativa.

3. Giocare con gli accessori

Moda ufficio: accessori
Puntare sugli accessori giusti per essere alla moda in ufficio (Credits: Pixabay) - Community VelvetMag

Finora l'attenzione è ricaduta principalmente sugli abiti in sé, senza esserci soffermati a sufficienza - pur avendoli menzionati più volte - su quei dettagli che contribuiscono a rendere un look unico e indimenticabile: gli accessori. Questi sono i migliori alleati, ma anche i peggiori "nemici" per rendere un outfit da ufficio più personale e alla moda. Una sciarpa colorata, gioielli discreti ma d'impatto, una cintura elegante o un paio di scarpe con un design particolare possono trasformare un look basico in qualcosa di unico. Tuttavia, è importante non esagerare: la chiave è la sottolineatura e non la distrazione. Gli accessori devono infatti aiutare a rendere personale e inconfondibile il proprio outfit, senza sovrastarlo o sovraccaricarlo inutilmente. È dunque opportuno utilizzarne pochi e mirati, che siano coerenti con il proprio look e con l'immagine di se stessi che si vuole comunicare agli altri.

4. Non trascurare le scarpe

Moda ufficio: scarpe
Puntare sulle scarpe giuste per essere alla moda in ufficio (Credits: Pixabay) - Community VelvetMag

Un'altra componente essenziale da non trascurare per rendere unico il proprio outfit è sicuramente la scelta della calzatura più adatta. Le scarpe possono completare o distruggere un outfit da ufficio, qualora non si faccia la scelta più opportuna. Ma come capire quale sia il tipo di calzatura più adatta, soprattutto in un ambiente di lavoro?  In tal senso, bisognerà optare per modelli che combinino comfort e stile, due componenti essenziali in un ambito professionale. Mentre i tacchi alti sono spesso associati alla professionalità, ci sono molte opzioni chic a tacco basso o medio che sono più pratiche per le lunghe giornate di lavoro.

5. Scarpe: non solo un'ossessione femminile

Dal punto di vista maschile, invece, un tipo di scarpa classica, che sia nera o comunque di un colore neutro, può rivelarsi la scelta più adatta. Occorrerà comunque assicurarsi che le proprie scarpe siano sempre pulite e in buone condizioni: in tal modo si riuscirà a comunicare un senso di cura e adeguatezza, che sono fondamentali, soprattutto in un ambiente come un ufficio.

6. Sperimentare con i tessuti

Moda ufficio: tessuti e colori diversi
Come essere alla moda in ufficio: sperimentare con tessuti e colori diversi (Credits: Pixabay) - Community VelvetMag

Se la scelta della tipologia dei capi da indossare in ufficio può rivelarsi limitata, con una predilezione per i completi, lo stesso non si può dire per le nuances e i colori in cui tali abiti vengono declinati. Non sarà necessario limitarsi al nero, grigio e blu navy. Nonostante l'ambiente lavorativo sia difatti associato, inconsciamente, a un luogo in cui sia consigliabile mantenere un "profilo basso", è permesso osare per far valere la propria personalità, non solo con le proprie capacità ma anche attraverso la propria immagine.

7. Attenzione ai colori

Sperimentare con colori più vivaci o stampe discrete può vivacizzare il proprio guardaroba da ufficio senza compromettere la professionalità. Anche i tessuti possono aggiungere interesse: un pezzo in seta o un maglione di cashmere possono difatti aggiungere una dimensione di lusso e comfort al proprio outfit. Anche qui vale lo stesso discorso per gli accessori: riuscire a trovare la quadra giusta, senza esagerare, ma rimanendo comunque se stessi.

8. Mantenere un alto standard di cura personale

L'abbigliamento è solo una parte dell'equazione. Prima ancora della scelta dei capi da indossare, infatti, un altro requisito fondamentale per comunicare la propria personalità e affidabilità passa attraverso la cura che ciascuno deve avere di se stesso. Sarà dunque opportuno assicurarsi che i propri capi siano sempre puliti, stirati e in buone condizioni. La cura personale, come una pettinatura ordinata e un trucco sobrio, o una barba curata - per quanto riguarda la controparte maschile - completa il proprio aspetto professionale, permettendo di conferire sicurezza e prontezza nell'affrontare la giornata lavorativa. Indossare ottimi abiti che fasciano nella maniera ideale la propria silhouette, infatti, non è sufficiente per non comunicare un look trasandato, se prima di tutto non si presta attenzione alla cura personale del proprio aspetto, a partire dalle nozioni base di igiene.

In conclusione

Trovare il giusto equilibrio tra professionale e trendy non significa rinunciare al proprio stile personale. Attraverso scelte consapevoli di abbigliamento, accessori e cura personale, è possibile creare un guardaroba da ufficio che sia sia professionale sia espressione della propria unicità. Abiti, accessori, nuances e quant'altro sono difatti gli strumenti per rendere visibile la propria identità, adattandola comunche al contesto circostante, nel caso specifico l'ambiente lavorativo. Occorrerà, però, tenere sempre a mente che il modo in cui ci si presenta al lavoro può influenzare la percezione che gli altri hanno delle capacità professionali di ciascuno di noi, quindi vale la pena investire tempo e risorse nel coltivare un'immagine che rifletta al meglio sia il ruolo professionale sia la propria personalità. Non si tratta, dunque, di "coprire" la propria identità, ma al contrario di renderla palese e adatta al contesto di lavoro.

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10