Connect with us

Stile di Vita

Tecnica del Baking: fissare il trucco per una tenuta impeccabile

Published

on

tecnica del baking

Avete mai sentito parlare della tecnica del Baking? No, non si tratta di una lezione di cucina né di una ricetta da replicare a casa, ma di una vera e propria tecnica di make-up. A cosa serve, esattamente? Traducendolo in italiano, Baking sta per cuocere o anche inteso come cottura. Il make-up non va naturalmente cotto, ma il nome scelto si riferisce all'effetto che questa tecnica restituisce. Diventata una delle strategie di make-up più popolari al mondo, gettonata anche via social, la tecnica del Baking garantisce una tenuta del trucco a lungo termine con un finish impeccabile. Questo è infatti il segreto del suo successo. Questa tecnica ha radici profonde, utilizzata inizialmente nel mondo delle Drag Queen e poi diffusosi anche ad Hollywood tra le star per poi sbocciare anche sui social. Oggi, infatti, è una tecnica accessibile a tutti. Ma come si realizza? A seguire vi spiegheremo in cosa consiste il Baking Make-Up e come replicarlo nel fai-da-te.

Cos'è il Baking?

Partiamo dalle basi: che cos'è il Baking? Tecnica di make-up diffusasi sempre più nella beauty routine del web, è utile per fissare il make-up a lunga durata attraverso l'applicazione di un generoso strato di cipria traslucida, che restituirà un effetto pelle levigata. In genere chiunque decida di utilizzare questa tecnica di bellezza deve essere consapevole dell'impegno richiesto. A differenza di altre tecniche come il coutouring, il Baking richiede più tempo e anche un periodo di posa (seppur breve, che va dai 5 ai 10 minuti). Questo passaggio è fondamentale, perché la cipria deve essere assorbita da eventuali creme, correttori e fondotinta applicati come primo passaggio. In questo modo otterrete una pelle levigata ed opaca.

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10